venerdì 5 novembre 2010

Il pan brioche della madre snaturata

Foto n. 1

Foto n. 2

Foto n. 3

Foto n. 4
Non ho assolutamente dimenticato il compleanno del mio figlio virtuale. Avevo preparato una torta al cioccolato per festeggiare degnamente ma ne è uscita una ciofeca. Poi ho realizzato per le nostre cene altri piatti che non ho fotografato perchè poco fotogenici e non adatti al compleanno di in blog che si rispetti (?!) - vedi polenta e baccalà. Ieri mi sono decisa a realizzare questo panbrioche farcito, che abbiamo letteralmente spazzolato cenando alle 18.50.
La scusa è stata che il nostro stomaco non è ancora fasato sull'ora legale.
 
Ingredienti per una decina di persone all'interno di un buffet o 4 gatti per cena:
500 g di farina 00
120 g di patate lesse (peso da cotte) - sono circa 2 patate piccole
un misurino di latte
un misurino di acqua
80 g di olio extra vergine d'oliva
un cucchiaino di zucchero
2 cucchiaini di sale
un lievito di birra
per il ripieno: scamorza tritata, zucchine trifolate e tonno
per spennellare: un tuorlo, un goccio di latte e un pizzico di sale sbattuti insieme
 
Inserire nel boccale del Bimby le patate tiepide a pezzi, l'acqua, il latte, lo zucchero, l'olio e il lievito 1 min. 40° vel. 3. Unite la farina e il sale e impastate 1 min. a vel. 6 e1 min. vel. Spiga. Stendete subito col mattarello l'impasto su carta forno. Dovete ottenere un rettangolo dello spessore di 1/2 cm. Sistemate al centro il ripieno e tagliate a lisca di pesce la pasta ai lati come da foto n. 2, incrociate le strisce ottenendo un intreccio come da foto n. 3. Spennelate il pan brioche, posizionatelo, date le dimensioni, di traverso sulla placca del forno. Infornate il panbrioche a forno freddo nel ripiano centrale e accendete il forno a 160° dopo un quarto d'ora  portate la temperatura del forno a 200° e cuocete fino a doratura per altri 15-20 minuti.
 
Fonte: questa ricetta è stata pubblicata nel ricettario Bimby nel 2004, purtroppo non è più presente nell'archivio
 
Note e consigli:
  • Chi è fanatico delle lente lievitazioni storcerà il naso per la lievitazione forzata di questa ricetta. Come potete vedere dalla foto n. 4, però, la sofficità dell'impasto non viene minimamente compromessa.
  • E' assolutamente una ricetta svuota frigo per cui utilizzate il ripieno che più vi aggrada. Attenzione, però, a non usare ripieni molto umidi.
  • Dà il meglio di sè appena fatto, ma è ottimo anche il giorno dopo grazie alla presenza delle patate nell'impasto.

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails