venerdì 23 marzo 2012

Crostata morbida con farina di farro


Questa crostata è, a ragione, un vero tormentone sul web. Io adoro le crostate ma non riesco a fare decentemente la griglia, forse perchè il paragone con quella di mia nonna con tutte le strisce uguali ritagliate con la rotella dentellata non regge e non reggerà mai.
L'altro motivo che mi spinge comunque a cercare ricette semplici per realizzarle è la scorta di marmellate varie prodotte da mia madre con la frutta che i vicini le regalano in abbondanza. Questa sarà uno dei dolci del buffet di compleanno di mio figlio ed è dovuto a ciò il cambio di procedimento nel versare la marmellata sull'impasto. Ma procediamo con ordine.

Ingredienti per uno stampo a cerniera di 26 cm di diametro:
200 g di farina di farro
150 g di zucchero
120 ml di olio di riso o di semi di mais
2 uova
vaniglia o scorza di limone grattugiata
un cucchiaino di lievito
un pizzico di sale
marmellata (io ho usato quella di mele cotogne)
burro per imburrare lo stampo

Io la preparo con le fruste elettriche. Mescolate le uova con lo zucchero, aggiungete l'olio e infine la farina, l'aroma, il lievito e il sale. Dovrete ottenere un composto sostenuto. Versate nello stampo imburrato e, se volete creare una superficie più regolare della versione originale, riempite una siringa per dolci di marmellata e siringate la superficie della torta in maniera equidistante. Io ho usato questo metodo perchè per la festa userò uno stampo rettangolare e taglierò tanti quadrotti che avranno al centro un cuore di marmellata. Cuocete in forno a 180° per 25 minuti circa. Come tutte le frolle deve essere chiara.

Fonte: partendo da qui, passando di qui con modifiche mie

Note e consigli:



  • La farina di farro dona a questa torta una fragranza unica.
  • L'uso della siringa è consigliato solamente con le marmellate abbastanza sode. Altrimenti versatela a cucchiaiate, come è nata dalle mani di Marina Braito (l'autrice).
  • Si conserva bene al riparo dall'aria per qualche giorno.
  • Sul web troverete ennemila versioni di questa crostata, una più accattivante dell'altra.

giovedì 22 marzo 2012

Voglio fotografare la felicità

Così mi ha detto mio figlio, chiedendomi un sorriso. Da quando, una decina di giorni fa, gli abbiamo permesso di usare la nostra piccola digitale, Giogiolone sta facendo concorrenza al più invasato turista giapponese. Questa qui sopra è una delle foto più a fuoco ;-) Vuole persino iscriversi ad un corso...
Ultimamente da queste parti il nostro motto è:  E' un mondo difficile è vita intensa felicità a momenti e futuro incerto. E sicuramente i momenti di felicità sono quasi tutti dovuti alle perle di saggezza di mio figlio.
Il ritorno, però, è dovuto anche alla citazione del mio spazio da parte di una nuova amica, Rachel, con cui sento di avere affinità elettive e una grande passione in comune. Ora lei è molto "indaffarata" e lo sarà per un po' però non vedo l'ora di passare un bel pomeriggio a spignattare con lei.
E siccome adesso ho finalmente rotto il ghiaccio dopo tutti questi mesi, ne approfitto per postare le foto delle torte del 1° e 2° compleanno di mio figlio affinchè possano essere di ispirazione a qualcuno/a di voi. Le pubblico ora visto che è in fase di studio la torta del 5° che posterò il prossimo mese. Ah, la torta dell'anno scorso, invece, non la pubblico nemmeno sotto tortura: era un castello molto buono sì, ma decorato troppo in anticipo quindi si vedono tutte le magagne. Mentre se vi foste persi quella del 3°, eccola qui.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails