venerdì 17 settembre 2010

Benedetta scuola materna! Biscotti alla confettura

Non siamo ancora a pieno regime, ma finalmente "abbiamo" iniziato la scuola materna. Così posso seguire un po' i miei hobby e, nel frattempo, le mie orecchie riposano. Sì, perchè mio figlio ha perso la sana abitudine di farsi il pisolino pomeridiano. Quella pausa silenziosa era preziosa per le mie orecchie e la mia salute mentale. Intendiamoci, mio figlio è soltanto molto curioso e chiacchierone. Ormai ha raggiunto livelli di eloquio incredibili: usa condizionali, congiuntivi, pronomi, avverbi. Ma soprattutto ti corregge se non usi il termine esatto. Diciamo pure che in questi tre anni ha riposto le sue energie in questo tipo di sviluppo, tralasciando completamente le cose in cui non riesce, non si sente sicuro, tipo andare in bicicletta. Il vantaggio di questa novità, però, è che va a letto presto. Olè!

Ingredienti per circa 40 biscotti:
275 g di farina
150 g di zucchero
75 g di burro morbido
un uovo
un cucchiaino da caffè di essenza di vaniglia
1/2 bustina di lievito chimico
confettura a scelta

Miscelate farina zucchero e lievito. Incorporate il burro, l'uovo e la vaniglia e lavorate velocemente l'impasto. Formate delle palline della grandezza di una piccola noce, fate un incavo al centro con il pollice e mettetevi un cucchiaino di confettura. Cuocete a 180° per 10-12 minuti. Devono risultare leggermente dorati.

Fonte: dal forum francese di cucina supertoinette

Note e consigli:
  • Nel caso in cui l'uovo fosse piccolo, aggiungete un cucchiaio di acqua fredda.
  • Si conservano bene per una settimana chiusi in una scatola.

venerdì 3 settembre 2010

Spaghetti fagiolini, pomodoro e pesto

Quando comincia la scuola materna? Troppo tardi per i miei gusti. Sono reduce da un corpo a corpo con quel testone di mio figlio. Scopo: convincerlo a dormire nel suo lettino. Naturalmente non intendo una scena tipo: "Figlio, vai a dormire che è ora!" e il figlio che, spontaneamente, si accuccia nel suo lettino.
Siamo lontani anni luce da questo risultato.
Mi basterebbe che con 2 favole lette (per un totale di 40 pagine) e 2 Margherita (di Cocciante) e 3 Grande Grande Grande (di Mina) cantate a cappella (qui il doppio senso è obbligatorio), chiudesse gli occhi. Macchè! Avevo raccontato già tempo fa il fallimento del folletto, la situazione in questi sei mesi non è cambiata. Anzi. Peggiora di giorno in giorno in maniera direttamente proporzionale alla sua capacità di ragionamento. L'ultima scusa che ha trovato è: - Se io dormo, non ti vedo! -
Smontare questo assioma, ve ne rendete conto da soli, è impossibile, non avendo io capacità di apparire a mio figlio mentre ha gli occhi chiusi o di farlo dormire con gli occhi aperti.
Che fine faranno i nostri eroi? Lo saprete nelle prossime puntate!

 Ingredienti per 4 - 5 persone affamate:
1 kg di fagiolini pinti (così si chiamano in Puglia, nel barese)
salsa di pomodoro
2 - 3 cucchiai di pesto alla genovese
spaghetti

Togliete le estremità ai fagiolini e lavateli. Lessateli in abbondante acqua salata e a metà cottura aggiungete gli spaghetti. A parte in una padella mescolate il pomodoro e il pesto e riscaldatelo per pochi minuti. Quando la pasta sarà arrivata a cottura, scolatela insieme ai fagiolini e conditela con il sugo.

Fonte: mia

Note e consigli:

  • Questo tipo di fagiolini è meno diffuso e più caro dei normali fagiolini ma molto più buono e, soprattutto, senza fili. Altri nomi di questi fagiolini sono: serpente, a metro, americani, stringhe ecc. Se non ho capito male, leggendo qua e là, varia molto la lunghezza: quelli pugliesi si aggirano sui 12 cm.

  • Normalmente, a casa mia, gli spaghetti con i fagiolini vengono conditi con un sugo di pomodoro fresco, aglio e basilico e una grattugiata abbondante di ricotta dura.

giovedì 2 settembre 2010

Insalata di riso della partenza

Ormai sono partita e ritornata da tempo. Mi piaceva, però, fare il paio con questo post. E' una ricetta svuotadispensa, ma, siccome è risultata molto gradevole,  voglio condividerla ugualmente con voi. 

Ingredienti per una quantità abbondante:
300 g di riso Venere
un barattolo di fagioli bianchi di Spagna lessi
3 carote
una decina di olive verdi
2 scatolette di salmone al naturale
una decina di noci
olio e limone

Lessate il riso in acqua salata, seguendo le istruzioni sulla confezione (il mio era integrale per cui l'ho dovuto lessare per 45 minuti). Fatelo raffreddare e aggiungete i fagioli scolati e sciacquati, le carote grattugiate, le olive snocciolate e a pezzetti, il salmone sgocciolato e "frantumato" e le noci a pezzetti. Condite con olio e succo di limone e consumate a temperatura ambiente.

Fonte: dal fondo della dispensa

Note e consigli:
  • Colorata, fresca e leggera.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails